La Società Italiana di Biologia della Conservazione è lieta di presentare la prima conferenza in Italia per Early Career Researchers nell’ambito delle scienze della conservazione

Per restare aggiornata/o seguici su:

La conferenza “Challenging conservation: adattarsi al cambiamento” è la prima conferenza di Biologia della Conservazione in Italia riservata a studenti magistrale e giovani ricercatrici e ricercatori nelle aree della biologia della conservazione.
L’evento, ospitato dall’Università Sapienza di Roma e organizzato grazie al contributo del Dipartimento di Biologia e Biotecnologie “Charles Darwin”, verterà su quattro macroaree:

Conservazione in Parchi ed Aree Protette

In questa categoria rientrano i progetti di ricerca di conservazione della biodiversitá all’interno delle aree naturali protette. Questa area tematica include quindi iniziative di monitoraggio e conservazione di specie, habitat o ecosistemi che si svolgono all’interno di sistemi protetti, quali parchi nazionali o regionali, ed in aree di alto valore naturalistico, culturale e religioso, come i siti UNESCO, Natura 2000 e le aree gestite da comunità locali.

Conservazione e scenari di cambiamento globale

Questa area tematica raccoglie i progetti e le iniziative il cui scopo è di comprendere, proteggere e conservare elementi di biodiversitá minacciati dagli attuali fattori di cambiamento globale, come il consumo e degrado del suolo, il cambiamento climatico, le specie aliene invasive e l’espansione delle attività antropiche. Fanno dunque parte di questa categoria i progetti dedicati alla salvaguardia di specie ed habitat colpiti dal cambiamento globale, su scala locale, regionale e globale.

Restoration ecology e rewilding

Fanno parte di questa macroarea tutti i progetti afferenti ai campi della restoration ecology e del rewilding, intesi come pratiche scientifiche e di conservazione volte al ripristino delle condizioni ecologiche di habitat ed ecosistemi danneggiati delle attivitá antropiche. Per esempio, progetti per la reintroduzione di specie native localmente estinte, per il mantenimento della connettivitá ecologica in sistemi disturbati, o per il recupero e ripristino di paesaggi agricoli e rurali abbandonati.

Conservazione dei sistemi marini

In questa area tematica rientrano tutti i progetti di ricerca che riguardano la conservazione, gestione ed ecologia degli ecosistemi marini. Possono far parte di questa categoria, ad esempio, progetti legati alle Aree Marine Protette, al monitoraggio di specie animali e vegetali acquatiche, o alla gestione delle risorse ittiche dei mari italiani.

Chi può partecipare

“Challenging Conservation: adattarsi al cambiamento” è la prima conferenza italiana sulla Biologia della Conservazione indirizzata a tutte le ricercatrici e tutti i ricercatori all’inizio della loro carriera e che lavorano nelle Scienze della Conservazione. Possono partecipare, dunque, laureate e laureati in Scienze Biologiche, Scienze Naturali, Scienze Ambientali e simili, dottorandi e assegnisti di ricerca, ma anche studenti magistrali non ancora laureati.
La conferenza si terrà interamente in italiano.

Come partecipare

Si può partecipare con un poster o una presentazione orale. Per partecipare, sarà sufficiente inviare un contributo (abstract) composto da un titolo (massimo 150 caratteri, spazi inclusi) e un breve testo (massimo 250 parole) che illustri la propria ricerca. 
La struttura del contenuto può essere impostata secondo il seguente schema: breve frase introduttiva che identifichi chiaramente il problema affrontato nella ricerca e l’obiettivo principale, spiegazione dei metodi utilizzati, risultati principali, interpretazione dei risultati e loro discussione, sottolineando la rilevanza conservazionistica della ricerca presentata. 

Per seguire la conferenza

Per partecipare alla Conferenza non è strettamente necessario presentare il proprio lavoro: ci si può registrare anche per seguire i workshop o le sessioni plenarie.

Il programma

Durante le tre giornate si susseguiranno plenarie, talks e presentazioni di poster a tema:

  • Conservazione in Parchi ed Aree Protette
  • Restoration ecology e rewilding
  • Conservazione e scenari di cambiamento globale
  • Conservazione dei sistemi marini

Al momento dell’iscrizione è possibile scegliere se participare all’ECR award

Inoltre, le persone iscritte alla conferenza potranno partecipare ai workshop:

  • Hints and tips for publishing in conservation, ecology and environmental journals
  • ADAPT – ADAttarsi a un mondo che cambia: Prospettive e Testimonianze dalla biologia della conservazione

Date

Apertura invio dei contributi:
05/09/2022

Apertura iscrizione Early Bird:
05/09/2022  

Chiusura invio dei contributi:
14/10/2022

Le iscrizioni per seguire la conferenza come pubblico apriranno il:
09/01/2023

Main sponsor

Dipartimento di Biologia e Biotecnologie “Charles Darwin
Università “La Sapienza” di Roma – Viale dell’Università, 32
I-00185 Roma (RM)

SOCIETY FOR CONSERVATION BIOLOGY ITALY CHAPTER ONLUS
C.F. 96515220588